CASAPOUND DOVE RECUPERA LE RISORSE ECONOMICHE PER LE SUE MANIFESTAZIONI

DI NELLO BALZANO

A Genova, come già successo in altre città, scontri tra le Forze dell’Ordine e gli antifascisti durante la manifestazione di legittima protesta contro il comizio di Casapound, un giornalista di Repubblica è rimasto vittima delle manganellate.
Comizi, presidi con gazebi, viaggi dei i loro capi in tutta Italia per fare campagna elettorale, sedi presenti in tante città, materiale elettorale… Il tutto in tempi dove partiti e movimenti piccoli, ma strutturati e presenti nelle istituzioni, hanno grandi difficoltà per stampare volantini. Nessuno che si chieda come e da dove due partiti di estrema destra che non hanno parlamentari in Italia ed Europa, non hanno il 2 per mille, non hanno amministratori pubblici di un certo livello, recuperano le risorse economiche per fare tutto ciò.
Senza calcolare quello che lo Stato spende per organizzare un’ingente presenza delle Forze dell’Ordine per difenderli durante i loro comizi “autorizzati”.