A VICOFARO, CON LA SPERANZA CHE UN SEME POSSA SALVARE IL MONDO

DI LUCA SOLDI

 

 

Ecco Vandana Shiva che abbracciando don Massimo Biancalani ricorda al mondo, a Pistoia, di come nella sua infinita fragilità, anche un seme può salvare il mondo.

Si la grande ambientalista si ritrova qui nella comunità di Vicofaro a ricordare che c’è la speranza, la certezza che un seme, un semplice seme possa salvare il mondo dagli egoismi.

Vandana ha donato una raccomandazione ai presenti nella Tenda della parrocchia di Santa Maria Maggiore a Vicofaro: “L’unica purezza possibile è quella del cuore” chiarendo subito che non può esserci religione o credo politico che possa superare il valore del bene.
Ecco così che la sua presenza ha portato di nuovo a quei messaggi, a quegli appelli accorati a tutti, affinché si rendano conto di quante attenzioni debbano esserci verso nostra Madre Terra ed a tutti i suoi figli affinché non non si vada verso l’apocalisse del genere umano e di tutti gli esseri del pianeta

É questa la sua fase più famosa, più conosciuta:
“Il corpo del bambino obeso occidentale e lo scheletro di quello africano sono il prodotto dello stesso sistema alimentare”
Vandana è stata premiata con il “Right Livehood Award”, il Nobel per la pace alternativo.
Restano epiche le sue battaglie a favore dei biodiversità, dei semi antichi , ma anche la lotta contro gli Ogm e più in generale contro le monoculture e i loro oligopoli delle multinazionali:
«Oggi siamo testimoni di una concentrazione senza precedenti del controllo del sistema agroalimentare internazionale in cui convergono essenzialmente tre aspetti: il controllo dei semi, il controllo dell’industria chimica, il controllo delle innovazioni biotecnologiche attraverso il sistema dei brevetti. Il diritto al cibo, la libertà di disporre del cibo è una libertà per la quale la gente dovrà lottare come ha lottato per il diritto al voto. Solo che non vivi o muori sulla base del diritto al voto, ma vivi o muori sulla base del rifiuto del diritto di disporre di cibo».

Uscita riconoscente per il dono fatto, una maglietta con su scritto, benvenuto ai rifugiati, Vandana andrà nelle piazze del centro di Pistoia per l’incontro con la città, in occasione di Dialoghi sull’Uomo 2019, ma non c’è dubbio il suo seme di verità e giustizia è stato già piantato.

È qui a Vicofaro, dove la terra incontra il cielo.