D-DAY, VITTORIA CONTRO I NAZISTI, MA QUEI FASCISMI BRITANNICI NASCOSTI

DI GIOVANNI PUNZO

Sulle sponde della Manica, Portsmouth o Normandia, il blocco occidentale celebra la battaglia atlantica mentre la guerra di terra era sopratutto russa. La Gran Bretagna salva la sua isola ma perde l’impero. I vincitori militari sul nazismo, Usa e URSS, si contenderanno il dominio del mondo. La Gran Bretagna, da allora molto più piccola e Regno molto meno Unito, fatica a fare i conti con alcuni capitoli spiacevoli della sua storia, esempio, non lievi tentazioni nazi-fasciste in casa.

Sir Oswald Ernald Mosley, l’uomo politico inglese che legò il suo nome alla British Union of Fascists, era nato a Londra nel 1896 da nobile famiglia anglo-irlandese. Ferito seriamente all’inizio della Prima Guerra mondiale e dichiarato inabile al servizio di guerra, fu congedato e rimase impiegato al ministero della guerra fino al 1918…..continua a leggere su https://www.remocontro.it/2019/06/08/quei-fascismi-britannici-nascosti/?fbclid=IwAR2EU275UKKQDTU7ZKrj_7Rx9PctsM8kewPS6MIf81s7E23TbW5dS-RUIsY