CIAO VALERIA

DI GABRIELE BOJANO

Ci sono persone che tu credi toccate dall’immortalità e solo quando vengono a mancare ti accorgi che purtroppo non è cosi : una di queste è l’attrice Valeria Valeri che ci ha lasciati oggi all’età di 97 anni. Io l’ho sempre considerata una presenza costante e rassicurante nella mia vita, come una zia affettuosa: da bambino la seguivo nella Famiglia Benvenuti, il primo serial nella storia della nostra tv con quel ragazzetto di nome Giusva che anni dopo avrebbe fatto parte di gruppi eversivi di estrema destra e sarebbe stato accusato di aver messo la bomba che provocò una strage nel 1980 alla stazione di Bologna. Ma torniamo a lei, la Valeria delle scene nazionali ben prima che arrivasse la Marini. Anche se il confronto è impari … La ricordo sempre sorridente, spontanea, arzilla, anche nei ruoli da persona anziana ma non troppo nelle fiction di successo come Un medico in famiglia. Credo di averla vista anche un paio di volte a teatro e di averla persino intervistata. Nei tempi barbari che viviamo in cui tutto passa attraverso veline e tronisti, se n’è andata un’autentica signora dello spettacolo, esempio di professionalità per le nuove generazioni.