AMANDA IN ITALIA COME UNA ROCKSTAR. MEREDITH? TUTTO DIMENTICATO

DI CLAUDIA SABA

Amanda Knox è in Italia.
Per un discorso al Festival della Giustizia penale, a Modena.
Amanda Knox aveva diviso l’Italia tra innocentisti e colpevolisti.
Per la Legge è innocente.
E per la morte di Meredith Kercher, uccisa nell’appartamento che condivideva a Perugia con alcuni studenti, l’unico colpevole è Rudi Guede’, che avrebbe agito insieme ad altri.
Chi siano, per ora, nessuno lo sa.
Amanda Knox é diventata quasi un simbolo.
A difesa di chi si trova in carcere detenuto ingiustamente.
Ha venduto la sua storia alle
Tv, ai media, agli editori.
Ovunque si parla di lei.
Di Meredith Kercher, la ragazza violentata e poi sgozzata nella sua camera, non parla più nessuno.
Abbiamo quasi dimenticato la sua esistenza.
Meredith e’ figlia della povertà che si respira nelle periferie di Londra.
E’ nata in una famiglia povera e a Perugia, cercava di dare una svolta diversa alla sua vita.
Nessuno, oltre la mamma, ha fatto nulla per lei.
Amanda è figlia del capitalismo.
È nata in una famiglia ricca e potente che ha potuto garantirle i migliori avvocati e assicurarle così, una difesa eccellente.
E Amanda ha vinto.
Oggi, in Italia, è stata ricevuta con tutti gli onori.
E la storia si ripete.
Come sempre, è ancora il ricco a vincere sul povero.