UNA TARGA PER GIAMPIERO RUBEI

DI FLAVIA PERINA

Sulla targa c’è scritto “Giampiero Rubei, una vita per il jazz”. L’hanno messa oggi alla Casa del Jazz di Roma, e si darà atto all’assessore Luca Bergamo di questo gesto di riconoscimento e omaggio che lascerà nella città, spero per sempre, una traccia di marmo di Giampiero e della sua vita (per il jazz, certo, ma anche per molte altre cose, la politica, gli amici, la curiosità di mondi nuovi, la sezione Monteverde e l’Alexander Platz, Punto e a Capo, Villa Celimontana e i campi Hobbit, Ora di Musica, il primo surreale contest per band di liceali, i viaggi in Austria a intervistare Konrad Lorenz, l’Olimpico con Bowie nel ’96 e molto altro di eclettico, disparato, incredibile per uno che veniva da destra).

L'immagine può contenere: 1 persona, in piedi