AD UN LAVORATORE DELLA FINIPER HANNO SPEZZATO UN GINOCCHIO

DI NELLO BALZANO

Guardate questa immagine, è una gamba spezzata di un lavoratore. Un lavoratore licenziato che insieme agli altri suoi colleghi, i quali hanno subito la stessa sorte 170 in tutto, stava presidiando il luogo di lavoro della Finiper a Soresina (Cremona) in lotta per riottenere ciò che ingiustamente hanno tolto loro.
Sono lavoratori invisibili della logistica, ricattati da una precarietà assurda, svolgono mansioni faticose, lavorano per noi, perché si possa scegliere nei supermercati gli articoli che acquistiamo.
Sono intervenute le forze dell’ordine ed un carabiniere per farlo rialzare lo ha preso per la gamba spezzandola.
Non si può permettere che queste cose succedano, non si può chiudere gli occhi perché sono stranieri e difesi da un sindacato non blasonato (USB), queste persone stanno lottando anche per i nostri diritti, che nel silenzio abbiamo permesso venissero cancellati, dobbiamo dare loro massimo sostegno e visibilità.