NON BASTA UNA MAGLIETTA

DI VANNI CAPOCCIA

 

Contro i metodi di chi ci governa e la brutalità di chi da loro si sente a ragione giustificato e protetto abbiamo messo le lenzuola alle finestre. Ora, dopo l’aggressione squadrista avvenuta a Roma contro giovani che l’indossavano, andremo in giro con le magliette del “Cinema America”.

Ma essere i buoni che si contrappongono ai cattivi non basta, perché se è sufficiente indossare una maglietta per finire all’ospedale, la stessa maglietta è insufficiente per comprendere la realtà e poterla affrontare.

Per farlo bisogna iniziare a creare un argine culturale, sociale e politico in grado di contrastare la violenza che ci circonda in Italia e in Europa.

Come i giovani di Cinema America che portano nelle piazze dei quartieri di Roma la loro esperienza bisogna diventare un soggetto cognitivo che tra le persone agisce umanamente e pensa collettivamente, facendo intravvedere ad un’umanità smarrita e incattivita la possibilità di una speranza.