CRUCIANI A LERNER: “PROVA PURE A FARCI CHIUDERE”

DI MICHELE ANSELMI

“Ma stasera non chiama neanche un razzista? Che sta succedendo?”. Com’era facile attendersi, Giuseppe Cruciani ha risposto per le rime a Gad Lerner, il quale lunedì sera su Raitre, con “L’Approdo”, aveva aspramente attaccato “La Zanzara”, meravigliandosi che la Confindustria permetta a Radio24 di mandare in onda quella trasmissione tardo-pomeridiana. Tra un brano e l’altro del “j’accuse” di Lerner, il conduttore radiofonico ha detto: “C’è un signore che dalla tv pubblica, pagata anche da me con il canone, spara ad alzo zero su un’altra trasmissione, questa, dipingendola come un covo di razzisti, fascisti, propagatori di odio, dicendo che siamo come la radio del Ku-Klux-Klan… Gad, sei ossessionato da noi, ma stai tranquillo, chiama uno dei tuoi amici industriali e fai pure la battaglia per far chiudere questa emissione”. Il tormentone è andato avanti per tutta la puntata, coinvolgendo anche lo storico Sergio Luzzatto, collaboratore dell’inserto culturale del “Sole 24 Ore” e ospite l’altra sera di Lerner. “Luzzatto non sa un cazzo, fa l’analisi sociologica di questa trasmissione parlando di ascoltatore medio, non sa che cosa succede qui dentro, ha l’odio ideologico, ha pregiudizi su questa trasmissione”. Tutto molto diretto, con una punta di esagerazione, rispondendo colpo su colpo. Però Cruciani, che avrebbe fatto meglio a sfoderare una chiave più leggera e sfottitoria nella replica, ha sbagliato nel definire Luzzatto “portaborse di Lerner”: una sciocchezza bella e buona.