MOSCA DIFENDE L’IRAN CONTRO ISRAELE E LA PARTITA DEL GOLFO SI COMPLICA

DI ENNIO REMONDINO

Mosca parla a nuora Netanyahu perché suocera Trump intenda. Mosca resta schierata con Teheran e respinge la posizione di Netanyahu e Trump sull’Iran come principale fonte di tensione di Medio oriente. Segnale al ‘partito delle guerra’, ‘Team-B’, contro l’Iran. Quello che si dice parlar chiaro: «La vera minaccia sono i raid israeliani». Mosca ieri al vertice trilaterale a Gerusalemme tra i consiglieri per la sicurezza nazionale di Israele, Usa e Russia sull’Iran, la Siria e altre crisi aperte in Medio oriente. La cronaca di Michele Giorgio, Nena News, avverte che non se ne conoscono ancora i risultati completi, ma l’avvio non è stato certo quello sperato dal padrone di casa Benyamin Netanyahu. Il premier israeliano, forte dell’appoggio quasi servile degli Stati Uniti, certamente sperava di poter ottenere maggiori garanzie dalla Russia, alleata di Damasco, riguardo la presenza iraniana in Siria. Una «minaccia esistenziale» secondo lo Stato ebraico… CONTINUA SU REMOCONTRO:

Mosca difende l’Iran contro Israele e la partita del Golfo si complica