SORBIAMOCI QUESTO TEATRINO DAL FINALE SCONTATISSIMO: SALVINI NEI PANNI DI MACISTE E SBARCO MIGRANTI

DI MICHELE PIZZOLATO

Sea Watch. Siamo alle solite … Salvini nei panni di maciste, recita sul palco migratorio generosamente eretto dalla ONG di turno. E continuano i regali politici alla Lega. Gli italiani inizieranno presto a capire il teatrino politico fra Lega e ONG. I 42, vittime di questo spettacolino, sbarcheranno comunque in Italia dopo una più o meno serrata trattativa politica, con promesse più o meno vaghe di redistribuzione.

Se vogliamo trarre qualche lezione seria – OLTRE il teatrino di Lega e ONG – credo che le lezioni siano due:
– il tema migratorio, e la responsabilità sui migranti bloccati in mare, è oramai in modo acclarato Europea. Lo ha certificato la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo (CEDU) che ha respinto il ricorso dei migranti per misure provvisorie di attracco in Italia; e per i tanti abituati a usare a sproposito accuse di fascio-nazismo è ora dura contestare la CEDU così. E’ la stessa ONG a riconoscerlo, finalmente, dicendo: “In 14 gg nessuna soluzione politica e giuridica è stata possibile, l’Europa ci ha abbandonati”;
– il soccorso in mare deve essere assicurato dagli stati europei. Salvare vite umane e garantirgli un futuro di dignità non è affare da privato sociale, è affare da stati. Stati, guardie costiere, non organizzazioni non governative, autentici collage di bandiere olandesi, barche tedesche, equipaggio di altro paese. Non ONG specializzate in assist politici (speriamo involontari) alla Lega.

Ma ora sorbiamoci questo teatrino tristissimo dal finale scontatissimo: sbarco dei 42 in Italia dopo qualche ora di esibizione muscolare Salviniana e pubblicità alla Lega. Ma oramai gli italiani lo stanno capendo. Teatro, muscoli e poi tocca alle brache…