LE DONNE ‘USATE’ PER UNA NUOVA BAGARRE DEL GOVERNO

DI MARIA PIA PIZZOLANTE

È così che le donne, tutte ma in particolare le vittime di violenza e le operatrici dei centri che le accompagnano nel percorso di liberazione dai loro aguzzini, vengono usate due volte.

E cosa ancora più vergognosa è che a farlo sia il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alle Pari Opportunità, Vincenzo Spadafora, che oggi avrebbe dovuto presentare il tanto atteso “Piano contro la violenza e il censimento dei centri” e avrebbe dovuto dirci come intende risolvere una situazione gravissima di ritardo nell’erogazione dei fondi e nella gestione degli stessi che spesso scompaiono nel passaggio alle Regioni o ai Comuni.

Conferenza stampa annullata a causa della polemica scoppiata con il ministro degli Interni per via di un’intervista rilasciata dallo stesso Spadafora stamane su Repubblica, in cui, con estremo ritardo, attaccava Salvini per l’uso del linguaggio sessista e macista sui social.

Naturalmente il vicepremier vicario, vero decisore politico di questo governo, ha prontamente minacciato di mandare Spadafora a casa e quello con la coda tra le gambe a casa ci è rimasto, pur di non perdere la poltrona, ha perso l’occasione di spiegarci, anche qui con estremo ritardo, come pensa di attuare finalmente un Piano contro la violenza fermo da troppo e come vigilare sui centri antiviolenza che non sono gestiti da donne e dunque pericolosamente infiltrati da chi le donne pensa di controllarle invece che di liberarle.

Avrebbe dovuto in poche parole fare il suo lavoro e dare alle tante volontarie e operatrici che lavorano nei centri gli strumenti per svolgere il loro preziosissimo lavoro.

Niente. Ha invece ben pensato di annullare la conferenza stampa per paura di perdere la sua poltrona. Perché stamane si è preso un titolone di Repubblica criticando Salvini. E ora Salvini minaccia di mandarlo a casa.

Che orrore questo governo. Polemiche e continui tira e molla per non fare nulla. Nulla. Questa volta usando le donne vittime di violenza. Che schifo.

Ma mi faccia il piacere Spadafora, vada a casa, lei e tutta la compagnia.