MISSILI FRANCESI AD HAFTAR, ANCORA GIOCHI SPORCHI DOPO LE BOMBE 2011

DI ENNIO REMONDINO

Tre missili francesi Javelin scoperti a Gharian, postazione vicino Tripoli persa dal generale Haftar. Parigi costretta ad ammettere che erano i suoi. Al Serraj denuncia la partecipazione di soldati di Macron all’offensiva contro la capitale. Parigi costretta ad ammettere. Non poteva fare altrimenti dopo le rivelazioni scoop del New York Times. «I missili Javelin trovati a Gharian appartenevano effettivamente ai militari francesi che li avevano acquistati dagli Stati uniti», ha comunicato ieri il ministero della difesa francese. Il problema è che quell’armamento di non poco conto è stato scoperto dalla forze di Tripoli nella importante base di Gharian precedentemente occupata dai militari dell’«uomo forte» della Cirenaica, il generale Khalifa Haftar. Due possibilità: o la presenza di militari francesi nascosti tra le truppe del generale maresciallo che vuol farsi presidente, o armi vendute dalla Francia ad Haftar fregandosene di embargo internazionale e molto altro. Quale delle due sia, comunque una gran porcata… CONTINUA SU REMOCONTRO:

Missili francesi ad Haftar, ancora giochi sporchi dopo le bombe 2011