A PROPOSITO DEL BAMBINO COI LIBRI DI PRIMAVALLE

FLAVIA PERINA

Vorrei augurare a quel bambino coi libri di Primavalle di crescere, continuare a studiare, farsi forte, e dirgli che in Italia abbiamo avuto gente partita da zero, bambini da orfanatrofio come Rizzoli, Del Vecchio, Bianchi delle biciclette Bianchi, che sono diventati grandissimi, e molti altri che non si sono rassegnati a un destino di spazzatura e hanno vite fortunate e felici. Leggi, impara, combatti, l’Italia può essere un buon posto anche per te.