ADDIO ANDREA. SAREMO TUTTI ORFANI DI TE

DI DOMENICO IANNACONE

È difficile Andrea immaginare di non poter sentire più la tua voce. In queste ore di smarrimento e paura ne ho avvertito da subito una mancanza lacerante. Per me sei stato un padre e l’idea di perderti mi ha impaurito già prima che tutto avesse fine. Negli ultimi mesi quando ti telefonavo o ti incontravo avevo impellenza di dirti che ti volevo bene. Non mi bastava che tu lo pensassi o lo sapessi, avevo bisogno di accarezzarti anche con le parole. Ci abbracciavamo così.
Mi mancheranno i tuoi consigli, le chiacchierate lunghe e anche le risate. Mi piaceva da morire discorrere con te. Anche quando i tuoi occhi non hanno più visto tu hai continuato a guardare oltre. I tuoi pensieri erano limpidi e sconfinati e hanno rischiarato questo tempo barbaro e senza cuore. Saremo tutti orfani di te. Addio Andrea.