NICARAGUA, DA SANDINO ALL’ALTRO GELLI, LA PARABOLA DI ORTEGA

DI ENNIO REMONDINO

Ritorno in Nicaragua. 40 anni fa la rivoluzione sfidò gli Usa nel loro “cortile di casa”. Oggi il ‘fu comandante del Frente’ è passato a reprimere con ogni mezzo la rivolta dei ‘nipotini’ del sandinismo, i millennials nicas. Ortega e il suo ambasciatore in Canada Maurizio Gelli, figlio del Licio della P2. Storia di una tragica illusione, scrive Gianni Beretta. Gianni Beretta è severo persino con le proprie illusioni giovanili, condivise con molti. «Quarant’anni fa, il 19 luglio 1979 in Nicaragua, la guerriglia del Frente Sandinista (Fsln) entrava trionfante nella capitale Managua mettendo fine alla dinastia dei Somoza». Da allora, il maggiore ma sempre piccolo Stato centroamericano si conquistò le prime pagine dei giornali di tutto il mondo. Prima la rivoluzione in casa, poi la guerra civile in El Salvador che ne seguì, e la lotta di liberazione della Unidad Revolucionaria Nacional in Guatemala … CONTINUA SU REMOCONTRO:

Nicaragua, da Sandino all’altro Gelli, la parabola di Ortega