STEVE BANNON FA L’ITALIANO, LA CRISI E CHI GLI DA’ RETTA

DI MICHELE MARSONET

L’uomo nero di Trump, l’ideologo della nuova destra americana, ammiratore dell’italiano Julius Evola vicino a fascismo e nazionalsocialismo. Tifoso di sovranismo e populismo, ha inventato l’ossimoro politico dell’ Internazionale sovranista. Bannon trova in Italia interlocutori che gli danno retta e giudicano preziosi i suoi consigli. Nel convulso panorama politico italiano degli ultimi tempi si aggira anche un personaggio molto noto per essere stato, nel 2016, lo stratega della vittoriosa campagna elettorale di Donald Trump. Si tratta di Steve Bannon, giornalista e politologo statunitense che, prima della suddetta campagna elettorale, era conosciuto soltanto in ambienti ristretti. Trump ne fece una figura centrale e Bannon diventò l’ideologo della nuova destra repubblicana. Salvo poi licenziarlo con un blitz che sorprese tutti, sia negli Usa che all’estero. I motivi non sono mai stati totalmente chiariti, anche se è plausibile supporre che il suo peccato sia stato quello di eccessivo protagonismo. E si sa che il tycoon vuole sempre essere protagonista assoluto, non tollerando le persone che gli fanno in qualche modo ombra… CONTINUA SU REMOCONTRO:

Steve Bannon fa l’italiano, la crisi e chi gli dà retta