IL BRANCO CONTRO GLI ULTIMI PER VINCERE LA “BELLEZZA” DI NAPOLI

DI LUCA SOLDI

 

 

C’è il branco forte, convinto dal clima del tempo che quello che fa sia legittimo, perfino doveroso.
Dall’altra parte gli ultimi degli ultimi che disturbano che cercano di vincere la miseria per sopravvivere
Che dicono, sono la fonte di ogni nostro male.
Così diventa naturale che uno di loro, uno di questi ultimi venga colpito, quasi assassinato per il gusto non più di vincere la noia, ma bensì certo eseguire degli ordini non scritti.
Certo di una sorta di impunità causata dal prevalere degli egoismi
Ed ieri , a Napoli erano in dieci contro due.
Sul lungomare di Napoli, a pochi metri dalla passeggiata della movida, in una domenica sera insopportabile per l’afa.
Ma non è stato certo il caldo insopportabile a scatenare la rabbia.
Non è stata neppure la bellezza del luogo ad impedire l’emergere di questa nuova bestialità che non ha attenuanti

A fare le spese due persone del Bangladesh, costrette a lavorare per guadagnarsi la vita senza dare fastidio a nessuno anche di notte, in mezzo agli ultimi turisti.
Intanto il branco, quei ragazzi hanno preso dei sassi e convinti di non infrangere alcuna legge hanno iniziato il loro tiro a segno.
Adesso uno dei venditori è in gravissime condizioni, ricoverato nel reparto di Neurochirurgia dell’ospedale Cardarelli, in prognosi riservata.
Si aspetta il decorrere degli eventi in attesa di almeno due interventi chirurgici che se tutto andrà per il meglio dovrebbe permettere di ricostruirgli la faccia.
Ha subito un trauma cranico a causa delle sassate.

Adesso le forze dell’ordine avrebbero scatenato una vera e propria caccia al branco, a quei dieci ragazzini che l’amico della vittima, anche ferito nel tentativo di soccorrere il suo connazionale ma in modo leggero, avrebbe descritto come minorenni, tra i quindici e i sedici anni.
Mentre qualcuno spera in uno scatto della coscienza di qualcuno di loro ad aiutare nella ricerca ci sarebbero le numerose telecamere di videosorveglianza che fino dai primi momenti sono vaglio della polizia.