CORIGLIANO ROSSANO, LA VIOLENTANO PER 10 ANNI. ALLA FINE LEI DENUNCIA. 5 ARRESTI

DI CLAUDIA SABA

“Una squallida vicenda di violenza sessuale e di sevizie, avvenuta a Corigliano Rossano, nei confronti di una donna e protrattasi per ben 10 anni”.
È ciò che emerge dalle indagini coordinate dalla Procura di Castrovillari.
La vittima, violentata per 10 anni, anche da 20 uomini contemporaneamente, è stata costretta a ricorrere più volte alle cure dei medici.
Salvo poi nascondere tutto ai familiari, giustificando i segni sul corpo come causa di una specifica malattia.
La donna ha sempre taciuto per paura.
“Tutto è cominciato da una relazione sentimentale extraconiugale – riferisce Cataldo Pignataro, dirigente del Commissariato di Corigliano Rossano – tra una donna albanese e un uomo, che con il passare del tempo si è trasformata in un vero e proprio incubo”.
Minacce di morte, per lei e per i suoi familiari, se avesse raccontato la verità.
I suoi aguzzini le avrebbero anche estorto somme di denaro allo scopo di non divulgare i filmati che la ritraevano in atteggiamenti sessuali.
Il 5 agosto, l’esasperazione della donna è arrivata al culmine.
Si è recata in questura e qui ha raccontato la sua storia.
La polizia ha subito avviato le indagini.
Sin dai primi accertamenti, è apparsa evidente la condizione di violenza vissuta dalla vittima negli ultimi anni.
Le perquisizioni in casa degli arrestati, hanno portato al ritrovamento di 480 grammi di marijuana, un bilancino di precisione ed una serra per la coltivazione della marijuana, nonché attrezzi sessuali.
I presunti colpevoli, tratti in arresto dalla polizia di Cosenza, sono accusati, a vario titolo, di violenza sessuale di gruppo ed estorsione.
I cinque arrestati, tutti di Corigliano Rossano, sono ora trattenuti nel carcere di Castrovillari.