SALVINI CONTESTATO A CASTEL VOLTURNO

DI MARINA POMANTE

Oggi Matteo Salvini è a Castel Volturno (Caserta), il vicepremier è arrivato per presiedere il Comitato nazionale per la sicurezza. Ma oltre agli applausi dei sostenitori ci sono state molte contestazioni. Le urla dei manifestanti che l’hanno attaccato scandivano slogan di accuse con cartelli di protesta. Gridavano : “Pagliaccio”, e ancora: “Vergogna, ci hai tradito. Vi siete messi la dignità sotto i piedi”.

Il Comitato presieduto dal ministro, si è svolto nel piazzale della scuola carabinieri forestali.
Il leader del Carroccio è arrivato in compagnia del capo della polizia Franco Gabrielli. Dopo aver salutato le Forze dell’Ordine schierate nel piazzale, Salvini è entrato nell’edificio senza parlare con i cronisti. Fuori continuavano le schermaglie tra i contestatori e i sostenitori del leader leghista. I primi hanno esposto uno striscione con scritto “traditore” e hanno urlato: “Hai tradito il Paese, hai fatto delle promesse, sei un buffone”. I supporter hanno risposto urlando il suo nome più volte e applaudendo ripetutamente.

Da una parte c’erano gli abitanti del litorale Domitio e vecchi attivisti della destra che hanno inneggiato: “Salvini, Salvini”. E dall’altra parte il gruppo dei contestatori che gridava: “Vi siete messi la dignità sotto i piedi. Vergogna vergogna, siete veramente gente del Sud?”. E ancora: “Non eravamo colerosi, noi?” dicono in tanti contro Salvini. I supporter del leader leghista rispondevano: “Stampa di m…”.

Erano in tutto una cinquantina di persone. In piazza anche gli attivisti del Movimento 5 Stelle ed esponenti dei centri sociali. Un giovane che innalzava un messaggio con un insulto per Salvini è stato identificato dalla polizia e gli è stato ritirato il cartello.