DOPO 14 MESI, LA POLITICA SALVINIANA SULL’IMMIGRAZIONE È UN FALLIMENTO CLAMOROSO

DI ROBERTO SCHENA

Inutile girarci intorno, ormai non ha più tempo per rimediare. Dopo 14 mesi, la politica salviniana sull’immigrazione è un fallimento clamoroso. Salvini l’ha usata per farsi unicamente propaganda, risultati zero. Il primo decreto sicurezza era concepito malissimo, ha dovuto farne un altro, ma esposto alle critiche peché troppo severo. La Open Arms è a Lampedusa e nei prossimi mesi/giorni arriveranno tutte le altre navi, a rotazione, senza avere raggiunto l’obiettivo: coinvolgere stabilmente l’Ue e togliere l’Italia dall’isolamento, da un eccesso di responsabilità da cui è difficile staccarsi senza essere accusati di disumanità.

Per regolarizzare l’immigrazione e gestire gli arrivi, che comunque ci sono, a parte dire “porti chiusi” non ha fatto assolutamente niente. Promuovere l’integrazione zero. Critica tanto la sinistra ma lui è peggio.

Anche sull’ordine pubblico non ha combinato nulla, i quartieri popolari sono semmai peggiorati. A parte lanciare dichiarazioni propagandistiche contro Rom e straneri Salvini, in un anno non ha mai combinato nulla per frenarne l’arroganza dove purtroppo si presenta. Ha solo aumentato le norme e le pene sulla sicurezza, del tutto inutilmente e tardivamente. ll che è pure più grave, perché non aveva da fronteggiare navi ong e l’Ue furbastra.