LA BATTAGLIA DIMENTICATA PER TRIPOLI, HAFTAR IN DIFFICOLTÀ VIOLA LA TREGUA

DI ENNIO REMONDINO

Il 10 agosto la mini-tregua tra le fazioni che si combattono per il controllo di Tripoli, con la speranza non detta di poter consolidare una sospensione delle ostilità in corso dal 4 aprile scorso, alla ennesima offensiva dell’autoproclamato ‘Esercito Nazionale Libico’ del generale Khalifa Haftar che di guerre vere non è mai riuscito a vincerne una. Una brevissima tregua per la festività musulmana di Aidal-Adha, la festa del Sacrificio, dove, ad essere sacrificati sono gli agnelli in omaggio ad Allah. Calendario coranico sino alle 15 del 12 agosto, buon senso sul campo di battaglia dopo oltre 4 mesi di combattimenti, 1.200 morti, 5mila feriti e 105 mila sfollati, e un nulla di fatto militare. La speranza di una tregua di fatto che desse respiro ad una popolazione martoriata da una guerra di nani politici e piccoli duci… CONTINUA SU REMOCONTRO:

La battaglia dimenticata per Tripoli, Haftar in difficoltà viola la tregua