IL SORPASSO DI SALVINI E DI MAIO. FINIRA’ COME NEL CAPOLAVORO DI DINO RISI?

Gentile direttore,

adesso Salvini, pur di restare in sella,  offre a Di Maio il ruolo di premier, quando fino a pochi giorni fa voleva far cadere il governo, e passare all’incasso andando a nuove elezioni. Non si capisce più niente. Secondo lei come finirà?

Gino Fullace, Cosenza

Gentile Signor Fullace,

la proposta, più che una tattica ben studiata per creare confusione e smuovere le acque del governo evitando il cosiddetto inciucio Pd- M5s, sembra il disperato tentativo di un leader in chiara difficoltà. Certo, magari in questo temporale di ferragosto, tra i due potrebbe tornare il sereno e insieme potrebbero riprendere a guidare  l’esecutivo.

In attesa del 20 agosto e delle successive decisioni di Mattarella, tutto è possibile , anche se  vedo molto difficile ricucire lo strappo: Di Maio, almeno sembra, si sente davvero tradito e vorrebbe scendere in corsa, perchè, continuando il viaggio al fianco di Salvin,i rischia di schiantarsi. se ci fa caso, i due assomigliano tanto ai  protagonisti de Il sorpasso, il capolavoro di Dino Risi del 1962. Ricorda?Bruno, un arrogante e nullafacente guascone di 42 anni, nel caldo di Ferragosto, incontra Roberto, un giovane universitario rimasto a Roma per studiare. Indovini chi è l’uno e chi è l’altro.  Insieme intraprenderanno un viaggio verso il nord, al mare. Il ragazzo problematico, timido e impacciato,  diffida dell’uomo , vorrebbe scendere perchè inizia ad aver paura della guida del suo compagno di viaggio. Ma si lascia convincere ad andare avanti.

Alla fine, per evitare un camion, i due  finiranno in una scarpata sulla Via Aurelia. Roberto muore, Bruno esce dall’auto sportiva illeso. Ecco, non vorrei che Gigino Di Maio e il suo Movimento, a continuare al fianco della Lega, finissero per fare la stessa fine. Meglio per loro sarebbe scendere prima. Magari trovando un accordo con Il Pd e  continuare la legislatura con una guida meno nervosa e pericolosa.

Ma il leader dei 5 stelle saprà dire me ne vado a Salvini, senza cedere alle lusinghe del capo del Carroccio? Un consiglio: lo faccia. Per il bene dell’Italia e del suo partito, lasci l’auto del governo giallo verde lanciata a folle velocità. Altriment,i se dovesse finire in tragedia, come ne Il sorpasso, quello potrebbe dire: l’avevo appena incontrato, sapevo solo  il suo nome, nemmeno il cognome, conoscevo. Ecco.

Il sorpasso.jpg