DEL CAPITANO È RIMASTO NIENTE?

DI UDO GUMPEL

Del capitano, della sua marcia trionfale dal papeete beach a Roma, della sua panza volitiva esposta in migliaia di selfie, e‘ rimasto: niente. l‘uomo forte lo e‘ soltanto con migranti dopo 15 gg in alto mare, con donne e bambini rom: ora ha mostrato chi e‘ davvero: un coniglio.
Ora tocca ai Penta. Vogliono rifidarsi dell‘ex LVI? Per esser infinocchiati alla prossima occasione? Tra qualche mese? Al ganassa non gliene importa, di aver perso la faccia, come a molti dei suoi fans.
Per il Pd si porrebbe una questione grande come una casa, per un‘eventuale alleanza: nuovamente salvare l‘Italia dai disastri di una destra sempre piu destra e nazionalista? Andare „a vedere“ le carte? Trattare con chi? Direttamente con Casaleggio?
Sulla base di quale programma?
Oppure buttare giu tutto e aspettare un decennio per ripresentarsi dopo il previdibilissimo disastro?
Non vorrei esser nei loro panni.
Certamente una mano l‘Europa sta tentando di dare: la „questione“ della presunta „invasione“ (4200 migranti arrivati via mare in 8 mesi, di cui 90% con barchette proprio) , l’offerta della Merkel a riprendere un salvataggio europeo e l’accordo in discussione a Bruxelles sull’automatica redistribuizione dei migranti tra i paesi volenterosi, accordo bloccato da Salvini, perche’ gli toglierebbe lo strumento principale della sua propaganda.