GOLFO D’IRAN E SOTTOMARINI D’ISRAELE DI GUARDIA? QUALCUNO CERCA GUERRA

DI PIERO ORTECA

Sottomarini israeliani con armi nucleari davanti all’Iran, è la quasi certezza. I “Dolphins” farebbero parte della forza multinazionale incaricata di sorvegliare le rotte commerciali nello Stretto di Hormuz. Provocazione pesante e mossa politicamente azzardata. Primo erano solo “si dice”. Adesso è praticamente una conferma quasi scritta: sottomarini israeliani, a propulsione diesel ma con armi nucleari a bordo, della classe “Dolphin”, stazionano nel Golfo Persico davanti alle coste dell’Iran. In teoria, sarebbero pronti ad effettuare un secondo strike contro il Paese sciita se Teheran dovesse attaccare per prima Gerusalemme con i suoi missili. La rivelazione è stata implicitamente offerta dai dettagli che sono stati diffusi sul piano Trump di pattugliamento delle acque del Golfo, dallo Stretto di Hormuz fino a Bassora. Della sorveglianza delle rotte marittime si occuperà una forza multinazionale di difesa (ma sarebbe meglio dire di attacco) comandata dagli Stati Uniti e di cui fanno parte il Regno Unito, l’Arabia Saudita, gli Emirati e (pare) la Francia… CONTINUA SU REMOCONTRO:

Golfo d’Iran e sottomarini d’Israele di guardia? Qualcuno cerca guerra