UN CONTRASTO CHE LEGA LE DUE “PORTE”STRATEGICHE. GIBILTERRA E HORMUZ

DI GUIDO OLIMPIO

Il Dipartimento della Giustizia Usa ha emesso una richiesta di blocco per la Grace 1 (nella foto Reuters), petroliera con un carico di greggio iraniano destinato alla Siria.
La nave, fermata il 4 luglio dai marines britannici a Gibilterra per la violazione dell’embargo contro il regime di Assad, ha ottenuto il via libera dalle autorità locali. Decisione che potrebbe portare al rilascio di un’unità inglese sequestrata per rappresaglia da Teheran. Una soluzione raggiunta grazie ad un impegno preciso: il greggio non sarà consegnato ai clienti siriani.

Washington, però, non ha gradito. Non vuole allentare la pressione sull’avversario e ha ribadito le accuse di contrabbando. Le prossime ore diranno cosa accadrà. Ufficialmente la petroliera può riprendere il suo viaggio, però deve aspettare un nuovo equipaggio e quindi ci vorranno uno o due giorni. Tempi tecnici che permetteranno di manovrare.