SANITA’ E CATTIVA GESTIONE DOVUTE ALLE PICCONATE DATE AL WELFARE TRA I MIGLIORI DEL MONDO

DI MARIA PIA DE NOIA

Quando da più di due mesi convivi con 5 ricoveri consecutivi dei tuoi genitori e tutto quello che ogni ricovero si trascina dietro: la burocrazia vessatoria e inutile, le lunghe file spesso figlie di una cattiva gestione, l’una e l’altra eredi dirette di una cattiva politica che genera poltrone che generano burocrazia che genera file, i farmaci a pagamento anche se hai esenzione totale e codice speciale, i farmaci a carico del paziente anche quando stai in ospedale, i no sense di un sistema più malato di tutti i malati che dovrebbe curare…
Quando per settimane vivi da vicino, giorno e notte, le dinamiche dello stesso reparto…
Quando vedi medici, infermieri, portantini fare più turni consecutivi in condizioni eroiche più consone a un fronte che a un ospedale…
Quando devi pianificare le spese per garantire una assistenza dignitosa ai tuoi considerandoti comunque fortunata perché puoi pianificare…
… e proprio allora intercetti il discorso di Giorgetti sulla sanità, non potendolo crepare di mazzate non ti rimane che dedicargli un rutto, unico linguaggio comprensibile ai barbari.
No non gli auguro di vivere per un giorno quello che milioni di malati e familiari vivono ogni giorno. Perché noi non siamo barbari.
Magari l’estinzione totale della sua classe politica e di tutti quelli che da destra a sinistra hanno preso a picconate un sistema di welfare tra i migliori al mondo questo si.