SALVATI DALLA MORTE MENTRE IL GOMMONE AFFONDAVA

DI LUCA SOLDI

 

Oggi sono 101 ad essere stati salvati da una fine tremenda. La nave Eleonore di Lifeline li ha soccorsi mentre si trovavano nel Mediterraneo su un gommone che stava affondando a 43 miglia da Al-Khoms.

Ancora vite umane da salvare. Anche in momenti in cui a qualcuno farebbe piacere non parlare di tutto questo.

Si, perché ci sono ancora vite umane da custodire, da salvare.  Da tenere di conto. Drammatiche le testimonianze di quanti erano a bordo come drammatiche sono le parole diffuse successivamente dalla Eleonore:
“Mentre erano in corso le operazioni di soccorso da parte del rescue team di Eleonore – si legge in un post diffuso sui social – una motovedetta della cosiddetta ‘guardia costiera libica’ si è minacciosamente avvicinata al gommone, terrorizzando i naufraghi”. “Dopo che la motovedetta della cosiddetta ‘guardia costiera libica’ si è allontanata – ha infine concluso il terzo tweet diffuso dalla Ong – le persone sono tutte tratte in salvo a bordo della Eleonore che sta facendo rotta verso nord alla ricerca di un porto sicuro per lo sbarco dei naufraghi”.

Adesso però è la nave dei soccorritori a chiedere aiuto.

Ad intervenire ci sarebbe in arrivò Mare Jonio di Mediterranea che “ha offerto la sua assistenza e si sta dirigendo verso est”. Lo scrive su Twitter la Ong Mediterranea Saving Humans in questo primo intervento della sua nuova missione iniziata l’altro ieri.