VENEZIA 76. VINCONO GLI OUTSIDERS DI LUSSO JOKER E LUCA MARINELLI

DI LUCA MARTINI

Venezia 76 ama gli outsiders ma di lusso. Il Joker di Todd Phillips, interpretato da un intenso Joaquin Phoenix, ride sinistro con in mano il Leone d’Oro; l’italiano Luca Marinelli alza la Coppa Volpi per la miglior interpretazione maschile grazie al Martin Eden selvatico e combattivo di Pietro Marcello. Non bastasse, Franco Maresco, fuori dal coro da sempre, si porta via il premio della critica con il discusso (guardate su Twitter oggi) La mafia non è più quella di una volta.

E quale miglior premio della giuria poteva esserci se non quello per il più mitico degli irregolari chic, il latitante Roman Polanski, che firma J’accuse dedicato al caso Dreyfus? 

E mentre la miglior attrice donna è Ariane Ascaride per Gloria Mundi, non si smentisce nemmeno la miglior regia al sorridente (e un po’ noioso) About Endlessness dello svedese Roy Andersson (ultimo outsider della serata): qualcuno ricorderà il suo Un piccione…, quasi letale Leone. Ma cinema d’autore è, seppure surreale, come non usa più. Applausi a tutti.