11SETTEMBRE 2001- 11SETTEMBRE 2019. VOGLIO RICORDARE COSÌ

DI CARLA VISTARINI

Voglio ricordare così .

Io sono quella col cappellino a strisce blu e gialle, e faceva freddo. Ero sul ferry da Ellis Island a Manhattan, una mattina di novembre del ’77. Alle mie spalle c’era New York, la sua luce, la sua voglia di vivere. E, belle, grandi, vive, le Torri Gemelle. Era una delle mie prime volte negli Stati Uniti, amatissimo paese dalle amate musiche, amati libri, amati film, immensi paesaggi, incantevoli ingenuità, e drammatici contrasti. Un paese da leggenda, che sembra una creazione della letteratura e forse lo è, insieme ai battiti perenni che ogni cuore accarezza almeno una volta nella vita, quelli del sogno americano. Anche solo per quel sogno, un luogo da amare. E chi non lo ama è soltanto, forse, perché lo ama troppo e non si sente riamato abbastanza, come un figlio ritrovato dopo troppi anni da un genitore distratto. Nel tempo sono tornata innumerevoli volte in America, alcune per lavoro, altre per l’irresistibile, ricorrente desiderio di tornare a respirare quell’aria da eterni giorni on the road, su strade azzurre che si chiamano route 66 o altri numeri che paiono tutti meravigliosi, verso un ovest dove c’è posto per tutti, oro per tutti, jazz per ognuno. Dove per le strade cammina Philip Marlowe e alla scrivania c’è Mark Twain, e a San Francisco vive Jack London, e nel mare appare Moby Dick, e all’angolo di strada suona Miles Davis, e in una radio del New Jersey c’è la voce di Frank Sinatra, e da una torta esce cantando Marylin Monroe, e nella notte vola il corvo di Edgar Allan Poe, poco distante da quell’orma sulla luna di Neil Armstrong, mentre l’altro Armstrong, Louis, canta What a wonderful world. Che mondo meraviglioso. Lo stesso mondo racchiuso dentro quelle due torri che ora non ci sono più. Ma nessuno, mai, potrà portarcele via dal cuore. “No, no they can’t take that away from me” diceva George Gershwin, in una delle sue canzoni più belle, e lo dico anche io. Sempre e per sempre. Never forget, always in my heart.
11 settembre 2001- 11 settembre 2019