GIAPPONE FOLLE, ACQUA RADIOATTIVA DI FUKUSHIMA SCARICATA NEL PACIFICO

DI ENNIO REMONDINO

Dopo il sisma Tepco e la fuga radioattiva, stoccato più di un milione di tonnellate di acqua contaminata proveniente dai condotti di raffreddamento dei reattori e il Paese sostiene di non aver più spazio per immagazzinarne altra. Pesce al Trizio per tutti? La società Tokyo Electric Power, che gestisce la centrale nucleare giapponese di Fukushima gravemente danneggiata dal sisma e dallo tsunami di marzo 2011, ha stoccato più di un milione di tonnellate di acqua contaminata, proveniente dai condotti di raffreddamento dei reattori e non ha più spazio per immagazzinarne altra. Ed ecco la ‘soluzione’ pensata dal ministro dell’ambiente del Giappone, tale Yoshiaki Harada: rilasciare le acque radioattive nell’Oceano Pacifico. «L’unica soluzione è quella di versarla in mare e diluirla», ha sostenuto il ministro durante un briefing informativo a Tokyo. «Il governo ne discuterà, ma vorrei offrire la mia semplice opinione». Così quando i giapponesi si saranno mangiati anche l’ultima balena, per tutti solo pesce radioattivo… CONTINUA SU REMOCONTRO:

Giappone folle, ‘Acqua radioattiva di Fukushima scaricata nel Pacifico’