I GRANDI MISTERI DI SALERNO/5

DI GABRIELE BOJANO


Ormai è questione di giorni, al massimo settimane: IL CAPOLINEA DI VIA LIGEA degli autobus Bus Italia (ex Cstp) sta per essere trasferito in via Vinciprova dove già è ubicato quello della Sita. Se ne parla ormai da un paio di anni, i residenti del centro, anziani e studenti compresi, già privi dei collegamenti garantiti dalla linea 8 Salerno – Battipaglia in direzione ospedale Ruggì, hanno provato a protestare contro Comune e Bus Italia ma è stato tutto inutile: ora il provvedimento diventa esecutivo. Me l’ha confermato l’assessore alla mobilità Mimmo Di Maio. E noi ci attacchiamo al tram anzi al bus. È la disfatta di quanti per necessità o scelta devono servirsi del mezzo pubblico (e non veniteci a raccontare di un servizio suppletivo di navette, l’esperienza ci consiglia di essere scettici) . È la disfatta di quanti, assessori e consiglieri comunali, vivono in centro e non sono riusciti a far valere le ragioni dei residenti. Ma è anche la disfatta delle istituzioni che consentono il caos totale in via Ligea trasformata ormai in un mega-parcheggio disordinato e convulso a ridosso del porto commerciale. Con al centro un’ex fontana monumentale ed ex aiuola verde sul cui stato stendiamo un velo di pietoso silenzio. Un bel biglietto da visita per chi viene dalla costiera amalfitana.

Visualizza immagine di origine