MONTE BIANCO: IL GHIACCIAIO DI PLANPINCIEUX RISCHIA DI SCOMPARIRE A CAUSA DEL SURRISCALDAMENTO GLOBALE

DI PATRIZIA ING. LASSANDRO

IL GHIACCIAIO DI PLANPINCIEUX NEL MASSICCIO DELLE GRANDES JORASSES LUNGO IL VERSANTE ITALIANO DEL MASSICCIO DEL MONTE BIANCO È MONITORATO MEDIANTE UN SISTEMA OTTICO AD ALTA RISOLUZIONE PER STUDIARE L’EVOLUZIONE DELLA MASSA SOLIDA NEL TEMPO. QUESTO SOFISTICATO SISTEMA È STATO INSTALLATO DOPO CHE LO STESSO HA MOSTRATO SEGNI DI SGRETOLAMENTO E DISSESTO.

L’accelerazione della parte frontale pari circa al 10% della massa totale è aumentata pericolosamente nelle ultime ore. La parte anterioriore del ghiacciaio è scivolata verso valle di 90 centimetri, stando a quanto divulgato dalla Regione Valle d’Aosta e dalla Fondazione montagna sicura di Courmayeur. La parte centrale scivola costantemente verso il basso di 30 centimetri al giorno, mentre la parte retrostante scende di 15 centimetri. Questa mattina sembrava che 27 mila metri cubi di ghiaccio stessero pericolosamente avanzando in maniera anomala. Il Sindaco di Courmayer dichiara di non sapere al momento quando questa massa solida si staccherà ed in via del tutto precauzionale ha disposto la chiusura della strada comunale Val Ferret. Il premier Conte ha dichiarato di voler visitare a breve il ghiacciaio per monitorare personalmente lo stato dei luoghi, stando il perdurare della situazione d’allarme.