E’ NATO IL MOVIMENTO M24A, CON PINO APRILE SI ACCENDE UNA SPERANZA PER IL SUD

DI RAFFAELE VESCERA

Giovedì 10 ottobre a Napoli-Scampia, nell’Officina delle culture “Gelsomina Verde”, si sono incontrati i soci fondatori per firmare, davanti al notaio, l’atto costitutivo del Movimento 24 Agosto per l’equità territoriale, equità da sempre negata al Sud dallo stato italiano. Movimento il cui promotore è Pino Aprile. Una data storica per il nostro Sud che finalmente rialza la testa, dalla battaglia affinché lo Stato destini il 34% degli investimenti pubblici al Sud che, pur avendo il 34% della popolazione italiana, riceve appena il 28%, fondi europei compresi che pure per legge devono essere aggiuntivi al 34%, alla lotta contro il regionalismo differenziato, altrimenti detto “secessione dei ricchi” con le regioni più ricche del Nord che pretendono di istituzionalizzare il furto di 61 miliardi l’anno che compiono a danno delle regioni più povere.
Con Pino Aprile, deciso a guidare la lotta per il riscatto, rappresentanti delle regioni meridionali hanno giurato fedeltà alla nostra martoriata terra, colpita da disoccupazione tripla rispetto al Nord, reddito dimezzato, emigrazione della meglio gioventù, il tutto conseguenza della mancanza di infrastrutture necessarie allo sviluppo che lo Stato profonde in gran quantità nelle regioni settentrionali.
Se il 24 agosto nel bosco della Grancia in Basilicata, terra di briganti che si sono battuti per difendere la nostra gente dalle vessazioni del nuovo Stato unitario, ha segnato il concepimento, il 10 ottobre, come recita il certificato di nascita, il Movimento è nato a Scampia, nell’officina delle culture di Ciro Corona, simbolo di rinascita del Sud, domenica 13 ottobre sarà il giorno del suo battesimo a Cosenza, in Calabria, regione che più di tutte paga il prezzo dell’iniquità italiana, seppure terra dove è nata la nostra grande civiltà magnogreca. Davanti a centinaia di partecipanti, nel cinema Aroldo Tieri-ex Italia, a partire dalle 9,30, saranno resi pubblici il logo, lo statuto, la Carta dei principi, i nomi del presidente e del comitato direttivo. Sarà possibile inoltre iscriversi al Movimento “fisicamente”, pagando la relativa bassa quota d’iscrizione annuale.