ADRIA, STRANGOLA LA MOGLIE, NON LA UCCIDE E TENTA IL SUICIDIO

DI CLAUDIA SABA

Roberto Lo Coco, 28 anni di Adria.
È sposato con Giulia Lazzari, di 23.
Hanno una bimba di 4 anni.
Il matrimonio non va e la convivenza, da mesi, è sempre più difficile.
Lui fa uso di eroina, è possessivo e Giulia, ormai stanca dei suoi problemi, lo lascia.
Il 6 ottobre, Roberto pubblica una lettera sui social.
Non si dà pace.
Cerca Giulia e le dice che, anche se il loro rapporto è finito, lui l’amera’ per sempre.
Le chiede solo un ultimo abbraccio.
E mentre la stringe, una frase che gela il sangue: “Se non ti avrò io, non ti avrà nessun altro”.
Stringe forte il collo di Giulia.
La strangola.
Poi tenta il suicidio, ma non riesce nel suo intento.
Lo ferma il fratello.
Roberto, ha confermato i fatti.
Lo confermano anche sua madre e la zia di Giulia.
A loro, Roberto, avrebbe confessato di essere lui, l’autore di quel gesto.
Tutto è accaduto martedì 8 ottobre, verso le 17.
Nella loro abitazione.
Domani, Roberto sarà di fronte al magistrato.
Ci sarà l’interrogatorio di garanzia.
Giulia è ricoverata all’ospedale di Rovigo.
In terapia intensiva.
Lo strangolamento le ha provocato danni devastanti.
Ora, lotta tra la vita e la morte.
Quell’ultimo abbraccio le è stato fatale