SOTTRAZIONE DI BAMBINI: PARLATECI DI LAURA

DI LUISA BETTI DAKLI

Quello di Laura è un caso in cui si sono susseguite, in questi giorni, interpellanze parlamentari, richieste della società civile e dei centri antiviolenza, una conferenza stampa a Montecitorio con parlamentari di vari schieramenti politici, e una richiesta della vicepresidente della camera, Mara Carfagna, di sospensione del decreto di allontanamento del bambino dalla madre diretta alla presidente del Tribunale dei minori, Alida Montaldi. Presidente che a sua volta ha risposto oggi che per quanto la riguarda “non è consentita al Presidente del Tribunale per i minorenni, come a ogni dirigente di un ufficio giudiziario

giudicante, ordinario o specializzato che sia

alcuna forma di intervento sui provvedimenti emessi dai giudici dell’ufficio che dirige. Al contrario il dirigente dell’ufficio, in questo caso il Presidente del Tribunale per i minorenni di Roma, ha il dovere di astenersi da qualsiasi forma di ingerenza, durante e al termine del procedimento, a tutela dell’autonomia e indipendenza del collegio chiamato a decidere e anche della integrità e dignità della stessa funzione giurisdizionale”. Replica che non chiarisce però il perché in quel tribunale venga applicata in maniera indiscriminata una teoria mai dimostrata, l’alienazione parentale, con cui i bambini continuano a essere prelevati e deportati in casa famiglia inaudita altera parte, come se si trattasse di gravi crimini perpetrati nei confronti di minori da parte dei genitori sulla base di un costrutto completamente inventato e mai accettato da nessuna istituzione, bocciata dalla Cassazione e rifiutata dal Ministero della Salute. Una prassi che invece la presidente del tribunale dei minori dovrebbe conoscere e avere sotto la sua supervisione, dato che si svolge all’interno del tribunale che lei presiede e in quanto tale è la sua funzione. Prassi discutibile e ambigua che è in pieno svolgimento, come dimostrano parecchi casi analoghi a questo, e sulla quale dovrebbe essere invitata a chiarire.  

Sottrazione di bambini: parlateci di Laura