‘TUTTO IL MIO FOLLE AMORE’ DI GABRIELE SALVATORES, UN FILM DA VEDERE

DI EMILIO MARRESE

Ho visto in anteprima all’Unipol “TUTTO IL MIO FOLLE AMORE” di Gabriele Salvatores con Santamaria, Abatantuono e Golino, che uscirà giovedì prossimo. E mi è piaciuto moltissimo.
E’ una storia dagli ingredienti facilissimi (il ragazzo autistico, il padre scombinato che lo riscopre dopo 16 anni, l’avventura on the road) ma anche per questo facilissima da sbagliare.
Ho trovato che Salvatores abbia dosato alla perfezione questi ingredienti: commozione, realtà, divertimento, visioni, grottesco, drammatico. Dialoghi, ambientazione in una ex Jugoslavia western, recitazione, colori, musica: tutto di altissimo livello. Se poi vi sentite fighi a fare i cinici a buon mercato allora è un’occasione perfetta per uscire, mentre tutti piangono, a dire che è una sciocchezza.
PS Aggiungo, visto che alcuni hanno sollevato legittime e fondate obiezioni sulla credibilità scientifica, che comunque, avendo toni dichiaratamente fiabeschi, a me non ha affatto disturbato né trovo che lo abbia depotenziato il fatto di non essere in tutto aderente al reale