A MARASSI TERMINA 0-0, RANIERI SGAMBETTA LA SUA ROMA POCO BRILLANTE

DI TOMMASO FEDELE

Da Ranieri a Ranieri, la Roma dopo la sosta delle Nazionali ritrova il mister testaccino che nel passato campionato ha provato ad invertire le sorti di una stagione disastrosa. Questa volta l’ex mister giallorosso affronterà il suo passato da rivale, infatti dal 12 ottobre ha preso il posto in panchina di Eusebio Di Francesco per provare a riportare la squadra blucerchiata nei posti dove meriterebbe di essere.

La partita nei primi minuti è lenta, le due squadre si studiano senza mai affondare veramente fino a quando all’ottavo minuto Cristante è costretto a lasciare il campo e la Roma in 10, la Sampdoria in quel frangente prova ad approfittare dell’inferiorità numerica con Rigoni ma senza impensierire Pau Lopez. Intensità mai veramente alta nel corso del primo tempo, la Roma prova a far girare il pallone ma è la squadra di Genova ad interrompere, nella maggior parte delle volte, il giro palla e a riconquistare il possesso andando a creare qualche piccolo scompiglio nella metà campo giallorossa. Roma non fortunata, dopo il cambio di Pastore su Cristante, a fine primo tempo Kalinic subisce un colpo da parte di Murillo che non gli consente di proseguire la gara, il croato sarà sostituito da Dzeko al rientro dall’infortunio allo zigomo. Porte non considerate nella prima frazione di gioco, partita giocata fino alle rispettive trequarti ma senza mai arrivare al tiro. Alla Roma manca precisione e anche un po’ di personalità da parte dei suoi interpreti migliori. Sampdoria che invece si difende bene e prova a costruire un qualcosa in più dei suoi avversari ma senza riuscirci.

Nel secondo tempo la nuova impostazione della Roma, a tre ad impostare da dietro più Pastore a fare il vertice alto, permette di avere una velocità di manovra superiore a quella del primo tempo. La nuova impostazione tattica alza la qualità tecnica dei singoli, Jordan Veretout è uno di questi e con i suoi cambi di gioco precisi prova a mandare in porta sia Kolarov che Kluivert senza riuscire a trovare la via del tiro. E’ la squadra di Ranieri ad avere la prima vera occasione della partita, da calcio d’angolo De Paoli riceve dopo gli undici metri e al volo tira trovando un reattivo Pau Lopez a sventare l’1-0. All’82 esimo dalla distanza ci prova Pastore a concludere verso la porta ma è una deviazione a non far cambiare il punteggio della partita. Pochi minuti dopo, precisamente al minuto 86, Kluivert con un intervento in ritardo rimedia il secondo cartellino giallo della giornata che lo porta ad essere espulso e a concludere prima il suo match.

La nuova Samp targata Ranieri ferma la Roma sullo 0-0, giallorossi sporchi, poco brillanti e con poche idee. Una Roma sicuramente poco fortunata a livello d’infortuni ma che non giustifica la pochissima mole di gioco prodotta oggi. Brutta prestazione che porta 1 punto ad entrambe le squadre. La Doria muove leggermente la classifica mentre la squadra di Fonseca trova l’ennesimo pareggio dopo quello in campionato con il Cagliari e quello di Europa League contro il Wolfsberger. I giallorossi dovranno cercare di ristabilire subito le aspettative già a partire dall’atteso scontro di giovedì contro il Borussia M’gladbach in europa e contro il Milan la prossima settimana per quanto riguarda il campionato.