IN ABRUZZO L’UNIVERSITA’ COSTA IL 30 PER CENTO IN MENO. PER I SOLITI

DI NICOLA FRATOIANNI

Sentite questa. In Abruzzo il nuovo presidente della destra chiude un accordo con l’Università, secondo cui per i dipendenti regionali, gli ex dipendenti, i loro figli, i loro familiari e congiunti, i loro conviventi, l’Università costa il 30% di tasse in meno.
Cioè, invece che fare corposi investimenti in diritti allo studio per gli studenti, uno dei diritti più calpestati in Italia, si inventano misure da élite e per pochi eletti.
In realtà forse non c’è nulla da stupirsi…
questi “paladini del popolo” un tanto al chilo sono gli stessi che qualche mese fa hanno ripristinato lauti rimborsi spese per assessori e governatore.
Coerenti a giorni alterni, chiacchieroni sempre.

L'immagine può contenere: 2 persone, persone che sorridono, persone in piedi e vestito elegante