BOLOGNA: RAGAZZINI SFIDANO I TRENI AD ALTA VELOCITÀ RISCHIANDO LA VITA

DI PATRIZIA ING. LASSANDRO

Succede ancora una volta che dei ragazzini mettano a repentaglio la loro vita “giocando” in maniere del tutto irresponsabile. Forse per un selfie o solo per incoscienza. Figli di una società fatta di apparenze e a volte priva dei valori veri che danno sostanza alla vita. Vita che vale la pena di essere vissuta appieno e rispettata in ogni momento. Così come non è avvenuto sui binari della linea Bologna – Milano all’altezza del bivio Santa Viola, nella periferia bolognese ove viaggiava il Frecciargento 8523. Stando a quanto raccontato dal macchinista quattro ragazzini per un gioco sfidavano il treno posizionandosi al centro dei binari per poi fuggire all’ultimo minuto. Un brivido mortale e privo di qualsiasi logica. L’uomo con prontezza ha fermato il convoglio ed è riuscito a fermare uno dei giovani.
La Polizia ferroviaria, comunica che l’adolescente “è stato ammonito sulla pericolosità del suo comportamento e riaffidato ai genitori, mentre gli altri tre amici sono già stati identificati e a breve verranno rintracciati”.
Questo gioco folle avrebbe potuto avere gravi conseguenze per la sicurezza dei passeggeri del treno alta velocità. Solo qualche giorno prima a Borgo Panigale, un episodio analogo è stato sventato da un agente Polfer che avrebbe notato i comportamenti strani di alcuni giovani e li avrebbe fermati tempestivamente. I ragazzini sono stati successivamente sanzionati per i loro atteggiamenti pericolosi.