PENULTIME SULLA FINE DEL CALIFFO

DI GUIDO OLIMPIO

L’informatore che ha favorito il blitz era legato ai curdi ed avrebbe agito per vendicare l’uccisione di un congiunto. Probabilmente riceverà la ricompensa di 25 milioni di dollari…

Un facilitatore, che aveva la totale fiducia del Califfo. Sarebbe lui, un militante sunnita che viveva accanto al leader, ad aver aiutato gli Usa. Oggi la «talpa» non è più in Iraq in quanto è stato portato via dagli americani insieme ai congiunti.

Uomo dei curdi. La spia collaborava con i curdi YPG. Era una pedina importante in quanto si occupava della logistica di Al Baghdadi, sapeva dei suoi spostamenti nella regione di Idlib, accompagnava persino alcuni familiari del capo nelle uscite. Le sue informazioni, insieme al lavoro di intelligence e forze speciali (anche francesi), hanno contribuito a restringere la zona di ricerca al villaggio siriano di Barisha, a pochi chilometri dal confine turco (sul Corriere ulteriori dettagli sulla talpa).