DRESDA EMERGENZA NAZISMO, ITALIA, IL NON VOTO RAZZISMO E ANTISEMITISMO

DI ENNIO REMONDINO

Dresda, shock emergenza nazismo. Il Comune: fermiamo la violenza estremista. Delibera sui “crescenti atti antidemocratici” approvata a maggioranza dal municipio. Non la vota la Cdu di Merkel, come Forza Italia sulla Commissione su odio, razzismo e antisemitismo. Drammatica iniziativa del consiglio comunale della città dell’ex Ddr, la Germania dell’Est, dove è nato il movimento anti-islamico Pegida: «Atteggiamenti e azioni antidemocratici, anti-pluralisti e di estrema destra contrari all’umanità che arrivano alla violenza e vengono alla luce in maniera sempre più forte». Ed è con questa motivazione il consiglio comunale della città della Sassonia, ha votato una delibera in cui dichiara una “emergenza nazismo“. La città si impegna perciò a rafforzare la quotidiana cultura democratica e a proteggere meglio minoranze e vittime di violenza di destra. L’atto è stato votato da Verdi, post-comunisti (Linke), Liberali (Fdp) e socialdemocratici (Spd) mentre a parlare di “mera politica dei simboli” ed “errore linguistico” è stato il partito cristiano-democratico, la Cdu di Angela Merkel. Moderatismo di centro che inseguendo qualche voto a destra può inciampare. Non solo a Dresda… CONTINUA SU REMOCONTRO:

https://www.remocontro.it/2019/11/02/dresda-emergenza-nazismo-italia-il-non-voto-su-razzismo-antisemitismo/?fbclid=IwAR13Hb65U_uXJ-jgH8Erp7lefWyhJ60Qu8Bitrm2TZF-h0fTkZgRhG0KlU0