LIBRERIA ANTIFASCISTA DATA ALLE FIAMME. TUTTA CENTOCELLE SCENDE IN PIAZZA

DI LEONARDO CECCHI

Bruciano per la seconda volta una libreria antifascista? Così risponde Centocelle. Tutta Centocelle. Risponde scendendo in piazza. Stringendosi. Risponde dimostrando, con una manifestazione, che i fascisti possono bruciare un locale una, due, cento volte. Ma non bruceranno mai le idee. Non piegheranno mai la resistenza. E per questo non vinceranno mai.

Mai. E questo era davvero il miglior modo per dimostrarglielo. Il migliore.

L'immagine può contenere: 4 persone, folla e spazio all'aperto

È successo ancora. La violenza fascista si è vilmente abbattuta di nuovo. Sulla cultura. Sulla solidarietà. Sull’antifascismo.

Questa è infatti La Pecora Elettrica. Un piccolo presidio di libertà. Una libreria. In periferia, a Roma. Dove ce ne è bisogno. E domani ci sarebbe dovuta essere una nuova inaugurazione. Ma così non sarà. Perché per la seconda volta gli squadristi l’hanno data alle fiamme. La prima volta era accaduto il 25 aprile. La seconda oggi, dopo l’ondata di odio a cui abbiamo assistito in questi giorni.

E a voi squadristi noi diciamo che per quanto possiate bruciare, picchiare, reprimere, non riuscirete mai a vincere. Perché siete dei vili. E la storia ve lo dimostrerà. Ancora una volta.

L'immagine può contenere: 2 persone, persone in piedi e spazio all'aperto