ADDIO A MARIA PEREGO, CREATRICE DI TOPO GIGIO

DI PATRIZIA ING. LASSANDRO

Tutti i nati tra il 1960 e il 1970 sono cresciuti ascoltando e ammirando il topolino più famoso del mondo, ossia Topo Gigio. Divertente e a volte ironico sapeva ammaliare bambini e adulti che in quegli anni si interfacciavano con la televisione in maniera più spontanea e colma di meraviglia. Negli anni successivi il topolino dalle grandi orecchie ha continuato sempre a catturare l’attenzione dei più piccoli. Purtroppo all’età di 95 anni, questa notte è morta Maria Perego creatrice del divertente personaggio animato.

La sua scomparsa è stata annunciata da  Alessandro Rossi, amministratore della Topo Gigio srl che la ricorda con commozione e parole di grande ammirazione.

Nata a Venezia nel 1923, dopo l’Accademia d’Arte drammatica ha inventato  inizialmente Picchio Cannocchiale, che ha riscosso un discreto successo.  La notorietà arriva negli anni Sessanta con la creazione, insieme al marito Federico Caldura, di Gigio ispirato a Topolino. Entra in Rai nel 1954, partecipando a diverse trasmissioni per i più piccoli.  Nel 1961 Topo Gigio apparve nel Carosello, come testimonial di una nota marca di biscotti. Lo stesso anno è protagonista del film Le avventure di Topo Gigio diretto da Federico Caldura e Luca De Rico con sceneggiatura di Guido Stagnaro e di Mario Faustinelli e il 1961 è anche l’anno del debutto sul Corriere dei Piccoli. Negli anni successivi la sua carriera è in ascesa con partecipazioni a innumerevoli trasmissioni di grande successo e  incontri con celebrità di tutto il mondo..

La Rai le renderà omaggio nel 2020 con una serie dedicata a Topo Gigio, nell’anniversario della sua prima apparizione televisiva.