SEGRE…GATA

DI GABRIELE BOJANO

Da oggi la senatrice a vita Liliana Segre, ex deportata ad Auschwitz e memoria storica dell’Olocausto, è sotto scorta a causa delle minacce ricevute via web. Due carabinieri la accompagneranno in ogni suo spostamento. Io resto senza parole, non riesco ad articolare un commento di senso compiuto. Ma chi può odiare una donna di 89 anni che ha già tanto sofferto in vita? Chi le può augurare o addirittura farle altro male? Se Enzo Biagi, che scompariva esattamente dodici anni fa, fosse stato in vita sicuramente avrebbe vergato un editoriale al vetriolo. Lui interpretava benissimo il sentire comune della gente, dava voce a chi non l’aveva e affascinava per il suo modo di raccontare. Ma oggi di Enzo Biagi se ne vedono pochi all’orizzonte. E non ci meravigliamo più di niente. Neanche del livello di disumanità che abbiamo raggiunto. Il sentire comune della gente è come narcotizzato. Schifo profondo