JANNIK SINNER, IL FENOMENO ITALIANO NON HA PIÙ LIMITI

DI CHIARA FARIGU

E’ lui, Jannik Sinner, a trionfare a Milano nella terza edizione dell’Atp Finals Next Gen. Vittoria che lo proietta in un prossimo futuro, se saprà giocarsi al meglio il suo indiscutibile talento, tra i grandi.

E’ nato un fenomeno, titolano i giornali. Certamente l’enfant prodige è una grande promessa del tennis azzurro.

E pensare, aggiungono, che a Milano, al torneo di tennis Allianz Cloud ci è arrivato grazie ad una Wind card.

E’ stato un match senza eguali dove l’azzurro ha letteralmente travolto il suo avversario, il grandissimo Alex de Minaur, numero 18 al mondo e tra i papabili ad entrare nella top 10 del 2020.

Un incontro al limite della perfezione. Terminato con un 4-2, 4-1, 4-2 in poco più di un’ora.

Originario di San Candido (Bolzano), un metro e 96 di altezza, Jannik può vantare, nonostante i 18 anni compiuti l’agosto scorso, una buona serie di record: è il più giovane italiano ad aver vinto un Challenger e ad entrare nella Top 100 del Ranking Atp.

Il tennis tuttavia arriva in secondo momento nella vita dell’azzurrino. E’ lo sci la sua vera prima passione sportiva. La racchetta, dapprima un piacevole passatempo, diventa sempre più importante al punto che nel 2015, dopo aver conseguito buoni risultati a livelli juniores, fa il suo esordio nel circuito professionistico.

Nel 2016 vince il suo primo incontro durante il Future Croatia F4.

Ma è il 2019 l’anno clou per il giovane tennista. A febbraio si aggiudica la prima vittoria in un Challenger al torneo di Bergamo, ad aprile la sua prima vittoria in un incontro di torneo dell’Atp giungendo fino agli ottavi di finali. A ottobre entra nella Top 100 del ranking ATP.

Ieri la vittoria al Next Gen ATP Finals 2019 di Milano, dove ha avuto la meglio sull’australiano de Minaur.

Un trionfo per il diciottenne. Successo che va di pari passo coi favolosi guadagni messi in palio nelle grandi competizioni, 250mila dollari il cachet per la vittoria del Next Gen ATP Finals.

Coccolato dai pubblicitari, Jannik lo scorso maggio ha firmato anche un contratto di sponsorizzazione con la Nike per il settore abbigliamento.

Un grande talento. Un futuro radioso pregno di successi, lo attende. A lui l’onere di non sprecarlo ma di continuare a volare alto

L'immagine può contenere: 1 persona, sta praticando uno sport e spazio all'aperto