BUONGIORNO UN CORNO!, LUNEDI’ 11, SI SPARA A HONG KONG …

DI GIANLUCA CICINELLI

A Hong Kong un ventunenne è grave dopo essere stato colpito questa mattina da un colpo di pistola ravvicinato sparato da un poliziotto, ferito un altro manifestante. Soltanto nel fine settimana la polizia ha effettuato più di cento arresti, la città è ormai in pieno stato di polizia. E’ il clima perfetto in cui l’Unione Europea firma accordi commerciali con la Cina, Italia e Francia in testa. Il tutto nello spirito illuministico: Non sono d’accordo con quello che dici ma difenderò il tuo diritto a dirlo fino alla morte. La tua.

Attentato contro i militari italiani in Iraq. Cinque feriti, uno ha perso una gamba. L’Italia sta addestrando le forze di sicurezza curde e irachene impegnate nella lotta all’Isis. E’ una missione che merita ovviamente sostegno e solidarietà da tutti, ma è a dir poco fortemente contraddittorio che l’Italia sia al tempo stesso tra i principali fornitori di armi ai nemici dei curdi e contemporaneamente addestri i curdi per rispondere al fuoco. Chissà, forse un giorno inventeremo della bombe talmente intelligenti che non scoppieranno più.

Buone notizie per l’economia a Roma. Nell’ultimo anno si sono verificate 118 rapine in più rispetto all’anno precedente, in centro come nei quartieri periferici. Mentre si perdono posti di lavoro in tutte le vecchie attività produttive, si calcola che la malavita dia lavoro fisso a circa diecimila persone in tutto il territorio. C’è poi l’indotto. Tra insospettabili vecchietti e incensurati che tengono la droga a casa, chimici che la tagliano, ricettatori e truffatori si aggiungono almeno altri mille neo occupati. Ai quali dobbiamo aggiungere i molti posti che si creano nelle forze di polizia per contrastare l’illegalità, 55 nuove volanti previste, apertura di nuovi commissariati e 810 nuovi agenti da assumere. Chi l’ha detto che l’economia della Capitale ristagna?

In Germania dal primo gennaio 2020 i prodotti per l’igiene intima femminile non saranno più tassati come beni di lusso. L’Iva scenderà dal 19% al 7%. In Italia nel maggio scorso la Commissione Bilancio ha respinto un emendamento del Pd che proponeva l’abbassamento dell’Iva dal 22% al 10% perché mancavano le coperture. Sono invece considerati beni essenziali la birra, il cioccolato, il tartufo e persino gli oggetti di antiquariato per i quali le coperture ci sono. Lo Stato italiano incassa 65 milioni di euro l’anno soltanto per la vendita di salviette igieniche. Sembra che il responsabile, maschio della apposita commissione ministeriale abbia così commentato: Non mi fido di nessun animale che sanguina per una settimana e non muore.

Da quest’anno la nostra affidabilità fiscale è decisa da un algoritmo, che ci dà un voto. La pagella fiscale si chiama Isa, Indici sintetici di affidabilità fiscale, introdotta dall’Agenzia delle Entrate. Se hai dichiarato 50 mila euro nel 2017 e nel 2018 ne hai dichiarati 30 mila perché ti hanno tolto un lavoro sei immediatamente passibile di accertamento fiscale, così lavora l’Isa. Insomma ogni volta che un algoritmo entra nella vita umana succedono guai. Aveva ragione Jean Baudrillard: La cosa triste, a proposito dell’intelligenza artificiale, è che le manca l’artificio e quindi l’intelligenza.