QUARTU, IL BUON CUORE DI NICOLA REGALA DOLCI A CHI NON PUÒ

DI CLAUDIA SABA

Nicola Loi è un pasticciere.
Vive a Quartu Sant’Elena, in Sardegna.
Ogni sera, prima di chiudere le serrande del suo negozio, Nicola prende alcuni vassoi e li riempie con il cibo che non è riuscito a vendere.
Pizzette bianche, rosse, ciambelle e dolci di ogni tipo.
Li mette ben in vista fuori dal suo negozio e aspetta che, passando davanti alla sua vetrina, chi non ha i soldi per comprarli, li veda e li porti via con se’.
“Non è bello vedere una famiglia, magari con dei bambini, che desidera qualcosa e non può averla. Tornano a ringraziarmi – racconta Loi – e questo ci fa amare di più il nostro lavoro. Anche perché ci alziamo alle 3 per preparare tutto e vedere la nostra fatica buttata nel cestino proprio no, non va bene”.
In un mondo abituato a gettare via tutto, a dimenticarsi degli ultimi, a preoccuparsi solo del proprio orticello, che meraviglia scoprire le “persone”.
Quelle che ancora, riescono a pensare con il cuore.