IL NO ELETTORALE DI HONG KONG DIRETTO A PECHINO

DI MICHELE MARSONET

Hong Kong schiaccia il fronte pro-Pechino. Governatrice Lam: “Ascolteremo con umiltà i cittadini”
E la Borsa balza in avvio di seduta: l’indice Hang Seng guadagna nelle primissime battute 278,77 punti, salendo a quota 26.873,35, con un guadagno dell’1,05%, in scia al risultato elettorale. Pechino: “Città parte integrante Cina”.Si sapeva già che a Hong Kong la maggioranza degli abitanti è contraria a rapporti troppo stretti con la Cina, ma era difficile prevedere il risultato delle elezioni locali che si sono tenute ieri nella città-isola. L’affluenza ha registrato 2,94 milioni di votanti, pari al 71,2%, secondo i dati forniti dalla Commissione per gli affari elettorali. Si tratta dell’affluenza più alta dal 1997, anno del ritorno della città da Londra e Pechino, superando in effetti ogni record… CONTINUA SU REMOCONTRO:

Il NO elettorale di Hong Kong diretto a Pechino