LASCIATELO CANTARE, MA VENTI ANNI SONO TROPPI

DI TOTO TORRI

Idea geniale, Raiuno, che ti inventa? Gigi D’Alessio conduttore ufficiale di tre grandi show nel programma “20 anni che siamo italiani”. La Rai risponderà che già in passato, in qualche occasione lo ha fatto. Noi raccontiamo. Si è trattato di pochi minuti, goliardici. Mai D’Alessio, è stato scritturato e ha firmato ufficialmente contratti da conduttore. Può anche darsi che Raiuno nel pieno delle sue brillanti idee, abbia pensato che il prolifico e bravo interprete canoro, sia una promessa a 52 anni suonati per una nuova professione. Ma lasciatelo al suo mestiere e ai suoi innumerevoli fan, che lo adorano .
Ma tant’è, ora Gigi, canterà certamente, ospite del suo programma, e della splendida Vanessa Incontrada. Nascerà così una inedita coppia, Vanessa – Gigi, ambedue completante agli antipodi. Per Vanessa tutto , è una signora attrice, elegante, con uno straordinario appeal sul pubblico e come conduttrice se la sbriga bene, vedi l’Arena di Verona, (Raiuno), in coppia con il primo della classe, così è considerato , il fiorentino Carlo Conti.
Non è difficile pensare, le preoccupazioni di D’Alessio, fra scalette, scalettoni, copione, tempi di entrata, pubblicità. In pratica stare sul palcoscenico, sotto i riflettori di spettatori curiosi, indagatori e delle telecamere nello intero arco del programma è veramente tosta. Mentre invece il cantante napoletano è abituato agli spartiti, al pianoforte e a cantare per la felicità del suo fedele pubblico. ”Gigi, suona, canta, suona la tua canzone, il pubblico lo vuole.”
La coppia inedita si è incontrata e si sono dichiarati felicissimi della straordinaria innovativa idea. E come avrebbero potuto comportarsi diversamente. Sono stati a colazione all’Olgiata, dove il cantante napoletano , si è fatto costruire , forse dieci anni fa , un villone, ampio con stanze per gli ospiti, sala riunioni, campo da tennis e annessa tribunetta, piscina e in un padiglione adiacente , uno studio di incisione discografico, confortato da attrezzature tecnologiche più avanzate. La coppia Tatangelo – D’Alessio non prende parte alla vita sociale del comprensorio, è un paese di circa diecimila anime, che hanno la fortuna e le possibilità di stare ad un tiro di schioppo dalla capitale, vivendo nel verde.
Noi con Gigi D’Alessio non corre alcuna antipatia e quali i motivi? Preferiamo un altro genere di musica, ma ciò non significa niente. Anzi, da quasi zero, è diventato un grande autor , un ispirato interprete, suona il pianoforte, compone, interpreta, fa i suoi concerti e rende felice la grande massa dei suoi ammiratori. In pratica se la canta e se la suona. E allora Gigi perché? ”Suonala, suonala, canta le tue canzoni”. Poi. Non ci sembra , con tutta la simpatia per la flessione napoletana, che Gigi si rifaccia al Dolce Stil Novo.
Non a caso, il 26 novembre, siamo nel 1942, in pieno conflitto mondiale, Michael Curtiz, ha il privilegio di dirigere due icone indelebili del firmamento cinematografico mondiale , Ingrid Bergman, e Humphrey Bogart, in un film storico “Casablanca”, un intrigo bellico giallo e una storia passionale, romantica fra i due protagonisti, celebre il famoso trench di Bogart, la classe della meravigliosa svedese e quella famosa melodia che ha arricchito e reso più grande “Casablanca”. Un brano leggenda: ”As time goes by”, di Herman Hupfeld, che ha fatto il giro del mondo e tuttora, non è difficile riascoltarlo. Al pianoforte di quel locale di Casablanca, Sam un uomo di colore, sfiorando i tasti la suonava e a tratti canticchiava: ”Suonala. Sam, cantala, suonala ancora Sam”.
t.t,